Kamut Enterprises of Europe presenta i risultati della terza fase del progetto di ricerca “Role of Kamut® brand khorasan wheat in the counteraction of non-celiac wheat sensitivity and oxidative damage” (Il ruolo della farina di grano khorasan KAMUT® come neutralizzatore della sensibilità al grano in soggetti non celiaci e dei danni ossidativi) in merito ai diversi effetti di una dieta a base di pasta di grano khorasan KAMUT® comparata a quella di grano duro, condotto dalla Dott.ssa Alessandra Bordoni del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell’Università di Bologna. L’obiettivo è stato quello di esplicitare le differenze in termini infiammatori e di stress ossidativo nel sangue delle due differenti tipologie di grano.

La ricerca ha coinvolto due gruppi di ratti da sperimentazione per circa sette settimane a cui sono state somministrate due differenti tipologie di dieta: una a base di pasta di grano KAMUT® e una a base di pasta di grano duro. Dalla prima fase dello studio è emerso che i ratti che seguivano l’alimentazione a base di grano khorasan KAMUT® presentavano un incremento nelle capacità antiossidanti.

Dopo questo periodo di trattamento dietetico, i ratti di ciascun gruppo sono stati divisi, in maniera del tutto casuale, in sottogruppi ai quali è stata somministrata una dose di 10 mg/kg b.w. DOX (doxorubicina), una potente medicina utilizzata come antitumorale, che produce numerosi radicali liberi e provoca un’infiammazione dei tessuti. Solo al gruppo di controllo,  invece, è stata somministrata una simile quantità di cloruro di sodio (0,9%) in una soluzione di acqua distillata.

Dopo 48 ore, di cui 12 di digiuno, sono stati esaminati gli organi vitali e i tessuti dei ratti per scoprire se fossero presenti degli accenni di infiammazione e se si fosse innescata una protezione antiossidante. Le evidenze hanno dimostrato che le due qualità di pasta fornivano la stessa quantità di energia, grassi e fibre, ma vi era una quantità più elevata di proteine all’interno degli organismi che si erano nutriti di pasta a base di grano khorasan KAMUT®. Inoltre, i ratti che erano stati alimentati con la pasta al grano khorasan KAMUT® presentavano cellule e tessuti normali, mentre quelli che avevano consumato pasta di grano duro presentavano infiammazioni in diversi tessuti e organi. Anche il gruppo di controllo, al quale non era stato somministrato il trattamento DOX, presentava infiammazioni.

La sensibilità al grano è in forte aumento in questi ultimi anni: molte persone non riescono a consumare il grano moderno, mentre non provano disturbi nel mangiare prodotti a base di grano khorasan KAMUT®, un grano antico” ha commentato Bob Quinn, fondatore di Kamut International e pioniere dell’agricoltura biologica. “Ero consapevole del fatto che ci fossero delle differenze sostanziali tra il grano antico e quello moderno e sono molto contento che sia stato pubblicato questo studio che,  in un periodo dove le diete ‘gluten-free’ sono sempre più di moda, aiuta a comprendere al meglio i benefici che i prodotti a base di grano khorasan KAMUT®, pur contenendo glutine, possono apportare rispetto al consumo di grano moderno, in soggetti non celiaci”.

Come spiegato nello studio, i prodotti a base di farina sono da sempre fondamentali per la dieta dell’uomo in quanto costituiscono un’importante fonte di vitamine, minerali e altri nutrienti importanti per mantenersi in buona salute. Ciò nonostante, però, durante gli ultimi anni, la maggior parte delle farine è stata fortemente modificata; i moderni programmi di coltura, infatti, si focalizzano sull’incrementare il raccolto a discapito della qualità del prodotto. Questi cambiamenti hanno coinvolto anche le proteine, il glutine, l’amido e gli altri componenti. Al contrario, i grani antichi, come il grano khorasan KAMUT®, non sono mai stati modificati o ibridati, e questo ha fatto sì che venissero preservati i loro benefici nutrizionali e salutistici.

La pasta al grano khorasan KAMUT® possiede una quantità di selenio – antiossidante che protegge il sistema da danneggiamenti ossidativi e infezioni – superiore di 20 volte rispetto a quello moderno. Con lo studio è stato così verificato come l’elevato numero di componenti antiossidanti presenti nella pasta al grano khorasan KAMUT® abbia contribuito ad un’azione antinfiammatoria e abbia avuto un ruolo di prevenzione allo stress ossidativo.

In Italia sono tanti i pastifici biologici che fanno parte della filiera garantita del marchio KAMUT® e producono vari formati di pasta di grano khorasan KAMUT®: con farina integrale, semintegrale o bianca, anche trafilata al bronzo e a lenta essicazione. Per una lista completa, è possibile consultare la sezione Prodotti nel sito www.kamut.com.

Il grano khorasan a marchio KAMUT®

La mission di Kamut International è quella di promuovere l’agricoltura biologica e sostenere gli agricoltori biologici, per incrementare la diversità nelle colture e nelle diete e per proteggere l’eredità di un antico e squisito grano di alta qualità a beneficio di questa e delle future generazioni. KAMUT® è un marchio registrato di Kamut International e Kamut Enterprises of Europe che garantisce sempre in biologico elevati standard di qualità che sono verificati da test in ogni campo.

Durante la prima fase di sperimentazione, risalente al 2011, è stata indagata la capacità di difesa dallo stress ossidativo nel sangue e ne è risultato che gli animali alimentati con pane di grano khorasan KAMUT® integrale hanno risposto meglio. Questo effetto è stato attribuito al maggior contenuto di selenio e di sostanze fenoliche del pane di grano khorasan KAMUT® rispetto al pane di grano duro moderno.

La seconda fase di questo studio, condotta nel 2012, anziché concentrarsi sui marcatori dello stress ossidativo nel sangue, ha avuto come focus le analisi nel fegato valutando sia i marcatori di stress ossidativo che gli antiossidanti enzimatici epatici. Come nella prima fase, la concentrazione di sostanze fenoliche e di selenio è apparsa maggiore nel pane integrale di grano khorasan KAMUT®. L’alimentazione con pane integrale di grano khorasan KAMUT® ha determinato una maggiore attività degli enzimi antiossidanti epatici, che ben si correla con i risultati ottenuti nella Fase 1. Secondo gli autori “Il tipo di grano utilizzato si è rivelato determinante per l’effetto protettivo osservato in entrambi gli studi, ma anche il processo fermentativo di lievitazione naturale sembra giocare un ruolo importante”.