Prendere il sole in gravidanza si può, ma sempre senza esagerare e rispettando alcune regole basilari che permettono di avere una bella abbronzatura senza creare danni.

L’importante è non esporsi nelle ore più calde, dalle 12 alle 16, perchè il corpo, in particolare con l’avvicinarsi della data del parto, tenderà ad essere sempre più pesante e quindi sarà più facile sentire sonno e fiacca.

Meglio stare a casa, al fresco, per un pisolino oppure, se proprio non si vuole rinunciare all’aria aperta anche nelle ore più calde, il consiglio è di stare all’ombra  purchè in una zona ben ventilata e non afosa.

Uno dei maggiori rischi del sole durante la dolce attesa è la comparsa di macchie scure sulla pelle, specie sul viso, causate proprio dall’interazione dei raggi solari con gli ormoni presenti nel corpo. Per evitarle, è meglio non esporre troppo il viso al sole, indossare un cappello può essere d’aiuto, ed in ogni caso è necessario proteggere la pelle in ogni parte del corpo, facendo particolare attenzione al viso, con una crema solare ad alto fattore di protezione.

Inoltre, visto che la gravidanza comporta la comparsa di smagliatura dovute alla secchezza della pelle, bisognerebbe mantenerla sempre idratata. Si tratta di semplici regole valide sia al mare che in montagna.