Tinta e smalto in gravidanza fanno male?
Future mamme fate attenzione! Dal momento in cui scoprirete di essere incinta ricordatevi che siete in due nello stesso corpo!
Nei nove mesi quindi vi abituerete fin da subito a pensare non solo per se stesse ma soprattutto per gli altri.

La bellezza e la cura del corpo certamente non va mai dimenticata, soprattutto nel periodo più importante della vita, ovvero nel mettere al mondo una nuova creatura.

Come di consueto, quando si cambia qualcosa anche le abitudini più semplici vengono stravolte.
Quasi tutte le donne, ad esempio, hanno l’abitudine di mettere lo smalto sulle unghie quotidianamente ma questa semplice applicazione, soprattutto nei primi tre mesi di gestazione, è fortemente sconsigliata.

La maggior parte delle sostanze contenute in questo tipo di cosmetico possono essere molto pericolose sia per mamme sia per i piccini. Teoricamente l’applicazione saltuaria dello smalto non dovrebbe causare danni ma è sempre meglio non rischiare, soprattutto perchè ciò che può creare danni è l’acetone e l’esalazione dei suoi fumi.

Per quanto riguarda invece le tinte per capelli, anche queste possono arrecare non pochi problemi a causa delle sostanze chimiche al loro interno. Sono infatti assolutamente vietate le tinture che non siano totalmente naturali. Ammoniaca, resorcina, coloranti e molto altro possono intaccare irreversibilmente il feto.

Se proprio non volete fare a meno di fare la tinta per i capelli utilizzate, avvertendo il vostro parrucchiere di controllare sulla confezione, colorazioni 100% naturali e cercate in ogni caso di non partire precisamente dall’attaccatura dei capelli.

Per conoscere approfonditamente i cosmetici e le loro proprietà accettate nello Stato italiano è possibile consultare la legge 713/86, recepita ormai in tutta Europa.