Appena una neomamma arriva a casa deve imparare tutti i trucchi del mestiere.
Alcuni di questi riguardano l’igiene del piccolino. Nei primissimi giorni, prima della caduta del moncone ombelicale è necessario pulire il neo arrivato non interamente.

Per prima cosa occorre che il piccino sia tranquillo e sveglio già da un pochino, l’ambiente deve essere ben riscaldato in modo da non far prendere freddo al bimbo.

Dopo averlo adagiato sul fasciatoio, oppure tenendolo tranquillamente in braccio, toglietegli i vestiti lasciandogli il pannolino ed una maglia.
Per detergerlo potete utilizzare un classico dischetto di cotone inumidito e, con delicatezza, passarlo attorno agli occhi ed al nasino.

Per quanto riguarda le orecchie fate molta attenzione, non entrate assolutamente nel condotto ma pulite semplicemente la parte esterna ed il retro ricordandovi di asciugarla bene.
Anche il collo deve essere deterso con cura, dopo la poppata o il biberon potrebbero cadere delle gocce qua e là ed è bene eliminarle.

Altra parte del corpo da curare sono le manine e in particolare le unghie: bisogna sempre tenerle corte in modo che il piccolo non si graffi. E’ consigliabile utilizzare forbicine dalla punta tonda  affinchè, nel caso si muovesse di scatto, non diventino un pericolo.

Passato qualche tempo arriverà il giorno del primo bagnetto!
Non bisogna mai lasciare il bimbo solo nella vasca, per alcun motivo! L’orario ideale per lavarlo è verso le otto di sera, prima del penultimo pasto del giorno ma non vi è una regola ben precisa, l’importante è che sia lontano dai pasti.

Se per il bimbo il bagnetto è un momento divertente potete lavarlo anche tutti i giorni, se invece diventa una tortura potrete farlo anche solo due o tre volte alla settimana. La stanza deve avere una temperatura attorno ai 20 gradi, mentre quella dell’acqua non deve superare i 38°. Non lasciate scorrere l’acqua con il bambino nella vasca, potrebbe essere troppo calda e scottarlo!

Prima di immergerlo testate la temperatura con il braccio ed iniziate a metterlo a contatto con l’acqua partendo dai piedini. Coinvolgetelo presentando il bagno come qualcosa di divertente, tenetelo sempre con una presa sicura, può essere utile fargli appoggiare la schiena e la testa sul vostro avambraccio tenendo l’altra libera per lavarlo.

In un secondo momento giratelo, sempre senza lasciarlo, in modo da lavare anche il sederino e la schiena.

Il sapone da utilizzare più indicato è quello liquido a causa della delicatezza della pelle del bambino e della quasi totale assenza di barriera protettiva.
L’asciugamano può essere tenuto sul calorifero in modo da poter accogliere in un caldo abbraccio il piccino.
Prima di lavarlo è utile prepararsi già un pannolino pulito ed il pigiamino.

Per quanto riguarda i capelli, se ci sono, usate una piccola puntina di sapone neutro tenendogli la testa indietro. Basta una semplice passata e si eviteranno urla e pianti a causa dello shampoo negli occhi.

Per le mamme più insicure nessun problema! Seguite il video passo passo e non avrete problemi!