OKkio alla SALUTE è l’innovativo Sistema di sorveglianza promosso dal Ministero della salute e dal CCm, Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie, coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità e realizzato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, con le Regioni e le Aziende Sanitarie.

Grazie ad esso vengono effettuate indagini periodiche sullo stato ponderale dei bambini di 8-9 anni della classe terza della scuola primaria, analizzandone l’alimentazione ,le abitudini, gli sport praticati invitando, dove necessario, a cambiare stile di vita.

Attraverso questo sistema il Ministero vuole monitorare l’obesità infantile ed il rischio di diventare sovrappeso già giovanissimi con mezzi semplici, affidabili e flessibili.

Il monitoraggio del 2012 ha fatto registrare che dal 2008 a oggi diminuiscono leggermente i bambini di 8-9 anni in sovrappeso e quelli obesi, ma i dati ottenuti restano comunque allarmanti soprattutto perchè l’Italia si trova ai primi posti in Europa per quanto riguarda l’eccesso ponderale.

La ricerca ha coinvolto 46.492 bambini appartenenti a 2.623 classi terze della scuola primaria. Dai dati 2012 risulta che il 22,1% dei bambini di 8-9 anni è in sovrappeso rispetto al 23,2% del 2008/09 (-1,1%) e il 10,2% in condizioni di obesità, mentre nel 2008/09 lo era il 12% (- 1,8%). Complessivamente, dunque, nel 2012 l’eccesso ponderale riguarda il 32,3% dei bambini della terza elementare (-2,9% rispetto alla prima rilevazione).

Le percentuali più elevate di sovrappeso e obesità si riscontrano nelle regioni del Centro-Sud: in Abruzzo, Molise, Campania, Puglia e Basilicata l’eccesso ponderale riguarda più del 40% del campione, mentre Sardegna, Valle d’Aosta e Trentino-Alto Adige sono sotto il 25%.

E’ bene quindi educare alla sana alimentazione fino dai primi anni di vita, proponendo inoltre attività e giochi che richiedano un impegno fisico e poca sedentarietà.

(Fonte Ministero della Salute)