Il cibo e la cucina stanno diventando una vera e propria mania: sono sempre più i programmi dedicati ai dolci, alla tavola ma quali sono i problemi che conseguono dalla dipendenza da cibo?

I più recenti dati del rapporto Istat “Noi Italia” 2013 fanno emergere che l’obesità interessa lungo lo stivale è caratteristica del 10% dei connazionali in età adulta, un valore tra i più bassi nel contesto europeo, ma comunque da non sottovalutare visto che si tratta di circa 6 milioni di persone.
Ad essi bisogna aggiungere altri 3 adulti su 10 con problemi di sovrappeso.
Preoccupante la diffusione del fenomeno tra i più piccoli con il 22,1% dei bambini di 8-9 anni in sovrappeso, e due terzi di loro destinati a mantenere la condizione di obesità anche in età adulta.

Ma quando una persona è da considerarsi obesa?
Nel caso in cui si superi del 60% il proprio peso ideale, si parla “semplicemente” di obesità; se lo si eccede del 100%, allora si tratta di obesità “severa”.

In Italia l’obesità aumenta indistintamente per uomini e donne dopo i 35 anni, con differenze di genere a svantaggio degli uomini che si annullano tra le persone anziane.
Uno dei fattori che più incide sull’aumento di peso è la povertà che, per assurdo, è causa di moltissimi aumenti di peso. Secondo i recenti studi dove i livelli d’istruzione e reddito sono più bassi si tende a privilegiare alimenti più ricchi di zuccheri e grassi in quanto “appetitosi” e convenienti.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ricorda, inoltre, come l’86% delle morti e il 75% della spesa sanitaria in Europa e in Italia siano dovute a patologie croniche determinate principalmente da 4 fattori di rischio quali fumo, abuso di alcol, scorretta alimentazione e inattività fisica.
In Europa il sovrappeso e l’obesità sono responsabili di circa l’80% dei casi di diabete tipo 2, del 55% dei casi di ipertensione arteriosa e del 35% dei casi di cardiopatia ischemica. Lo stile di vita e l’alimentazione corretti rappresentano gli aspetti di maggiore importanza per il raggiungimento e il mantenimento di un buono stato di salute e si configurano come elementi decisivi nei processi di invecchiamento.

Delle problematiche inerenti l’obesità e dei problemi alimentari in generale si parlerà l’11 dicembre, al Centro Congressi Stelline di Milano, in occasione della IV Giornata nazionale per i diritti delle persone affette da obesità e disturbi alimentari organizzata dal 2007 dal CIDO, il Comitato italiano per i diritti delle persone affette da obesità e disturbi alimentari.