Nicolas Bernard-Buss è stato liberato. Fortunatamente è accaduto prima del previsto, subito dopo il lancio della petizione.

Il giovane francese che il 16 giugno aveva manifestato contro la legge sui matrimoni gay uscirà di prigione oggi stesso. Per festeggiare la sua scarcerazione è stata organizzata, a Parigi, una manifestazione che coinvolge tutti i diversi gruppi nati intorno al movimento “Manif pour tous”.

Tuttavia, una pena è stata ugualmente inflitta: Nicolas dovrà pagare una multa di 3.000 euro (1.500 come pena sospesa) perché ritenuto responsabile di una “manifestazione non autorizzata”. Il giovane dovrà pagare una multa per aver espresso liberamente la propria posizione in contrasto con la normativa francese.

E’ doveroso sottolineare che ciò è ugualmente ingiusto.

Nicolas è libero, ma sarà costretto a pagare lo stesso per aver espresso il proprio pensiero.