La droga. Una parola che già da sola fa paura. Nessuna accezione positiva per questo termine, nessuna speranza.
In molti purtroppo però sottovalutano questo grande problema e nonostante venga sottolineato spesso che “crea dipendenza” e che porta ad un male irreversibile, la droga è ancora oggi troppo diffusa.

Pensare “ma tanto io so controllarmi”, “provo una volta poi smetto”, ” ci sono droghe che non fanno così male” sono delle enormi assurdità.

Una droga è una droga punto.

Sotto gli effetti di alcune sostanze, si può diventare, inoltre, un pericolo non solo per se stessi ma anche per gli altri.
La campagna “Liberi di essere. No alle droghe“, lanciata da Befree community attraverso una raccolta di firme per sostenere le attività di prevenzione dall’uso di droghe portate avanti dal Dipartimento Politiche Antidroga, sotto la guida di Giovanni Serpelloni, vuole coinvolgere giovani e non solo a comprendere che, quando si parla di droga, non ci sono bandiere e non c’è politica ma solo cooperazione.

Se si tratta con questo genere di campagne non bisogna pensare ad un proibizionismo o ad un divieto, ma ad una necessità per vivere.
Spesso il focus dell’argomento viene trasposto su questioni politiche e falsi problemi ma l’importanza di ciò va ben oltre.

Certamente non bisogna dimenticare, allo stesso tempo, che acquistare e vendere sostanze illecite alimenta l’illegalità e la rovina delle società, aumentando la tanto disastrosa crisi.
In tempi come questi dove, per la maggior parte dei ragazzi, è difficile emergere non bisogna accollarsi un ulteriore peso come la droga.

Data la composizione chimica, infatti, delle sostanze illecite, il cervello subisce danni che rendono non solo più lenti dal punto di vista mentale ma anche fisico ed emotivo.

Sosteniamo tutti quindi la Befree community ed il Dipartimento Politiche Antidroga guidato da Giovanni Serpelloni perchè possano continuare a svolgere il loro prezioso lavoro, apprezzato dalle organizzazioni nazionali e internazionali, firmando e diffondendo ad amici e conoscenti la petizione.

FIRMA E FAI FIRMARE!
Invia una e -mail a beefreecommunity@gmail.com e manda la tua approvazione e il tuo riconoscimento di stima al DPA.

La vita è una ed è il dono più prezioso in assoluto.