Ecco la terza storia di Joy Tales! Questa volta l’obiettivo è fare tanti sogni belli.

Prevenire e superare i disturbi del sonno può essere finalmente facile e divertente grazie alla nuova app. “Le Lucciole Birbanti”.
Grazie alle competenze dello staff che l’ha prodotta, questa storia interattiva diventa un modo semplice ma importantissimo per ovviare ad uno degli inconvenienti che più tormenta le notti di moltissime famiglie.

In un tempo lontano, lontano, la luna era una grossa palla senza luce e le lucciole Birbanti erano belle, sì, ma molto, molto dispettose, soprattutto con i bruchi che non lasciavano mai dormire in pace. Fino a quando, Tommy Chubby, il più saggio tra i bruchi, non decise di dar loro una lezione e…

I disturbi del sonno, di cui fanno parte i frequenti risvegli nel cuore della notte e la difficoltà ad addormentarsi, – evidenzia Angela Raimo, neuropsichiatra infantile – in molti casi si possono prevenire o controllare semplicemente aiutando il bambino a considerare l’ora della nanna come un momento piacevole. Per riuscire nell’intento, prima di tutto serve mantenere in casa un’atmosfera serena e rilassata soprattutto nelle ore della sera e seguire un “rituale della notte” sempre uguale fatto di diverse tappe: il bagnetto, la cena, la lettura di una favola…

“Le lucciole birbanti” associa alla notte un lieve alone di magia e d’incanto, inducendo il bambino a guardare con serenità il momento della nanna. La storia infatti vuole aiutare i bambini a scivolare piacevolmente nel sonno, pensando con divertimento (e zero ansia) a quanto accade nel cielo.