La quinta malattia che cos’è?
Questo problema, dal nome molto particolare e non specifico, crea tanti dubbi tra i genitori e gli adulti in generale.

Benchè questa malattia sia piuttosto diffusa, in molti sono ignari di cosa sia esattamente.
Innanzitutto è bene sapere che:
– per QUINTA MALATTIA si intende un eritema infettivo portato dal “parvovirus B19”.
– solitamente questo virus si manifesta tra i 5/6 anni ai sedici.
– non bisogna preoccuparsi particolarmente se la malattia viene contratta poichè la forma virale è leggera e non crea particolari problemi.

Come capire se si ha la quinta malattia?

Il virus si manifesta, solitamente, con qualche linea di febbre e classici sintomi dell’influenza. Passata l’apparente febbriciattola la cute inizierà ad arrossire ( simile a quando si ha freddo in montagna) prima sulle guance e, nei giorni successivi, si espanderà su tutto il corpo.
L’eritema si accentuerà dopo una prolungata esposizione al sole e/o al freddo.

Negli adulti la malattia potrebbe causare anche gonfiore e talvolta anche dolore soprattutto alle giunture (ginocchia, polsi, caviglie..).

L’incubazione della malattia sarà circa di due o tre settimane ed il contagio avviene prima che si manifesti l’eritema.

Per quanto riguarda la cura non ci sono particolari indicazioni data la poca gravità della malattia.

In gravidanza il virus, di norma, non causa problemi particolari né alla mamma né al bimbo; solo in casi rarissimi, (consideriamo che quasi la metà delle future mamme sono immuni alla “quinta” poichè già contratta in precedenza), inferiori al 5%, il virus potrebbe portare ad un aborto.

Le future mamme quindi sono invitate a stare lontane da persone con influenza e, soprattutto, da chi avesse contratto la quinta malattia.