Dal 25 novembre all’8 dicembre tutti i bambini potranno inviare una letterina di Natale davvero speciale:
i Disney Store ospiteranno la “Magica Cassetta della Posta di Natale” e per ogni letterina speciale imbucata, un bimbo meno fortunato riceverà in dono un peluche. A fronte del gesto benefico non verrà richiesto alcun contributo economico.

I bambini potranno partecipare all’iniziativa charity mediante tre modalità:
– potranno scrivere a casa una letterina per Babbo Natale e portarla nel Disney Store più vicino per imbucarla nella Magica Cassetta della Posta di Natale
– potranno prendere parte direttamente in Store ad una delle attività gratuite dove saranno guidati nella scrittura della letterina di Natale.
-Collegandosi da casa al sito www.disneystore.it/natale potranno invece utilizzare il semplice programma per comporre la lettera a Babbo Natale, inviandola in formato digitale oppure stampandola e portandola nel Disney Store più vicino per imbucarla personalmente.

Gli enti di beneficenza scelti per la campagna 2013 da Disney Store comprendono ospedali, case famiglia e associazioni di volontariato. Durante le due settimane dedicate alla solidarietà, Disney Store stima di donare quindicimila peluche in tutta Europa. Ad oggi più di 60.000 bimbi in Europa hanno beneficiato delle iniziative charity natalizie sostenute da Disney Store insieme a molte Associazioni di beneficenza.

In Italia verranno sostenute in totale 26 associazioni benefiche che operano sul territorio nazionale, fra cui ABIO e Make-A-Wish Italia Onlus che da anni portano avanti con Disney Store progetti di beneficenza.

“Sostenere le comunità locali è molto importante per Disney, specialmente in questo periodo dell’anno” afferma Gian Paolo Scrivano, Country Director Disney Store Italia, che aggiunge: “Per il quinto Natale consecutivo, vogliamo incoraggiare gli ospiti dei Disney Store a diffondere questa magia all’interno della propria comunità, attraverso la collaborazione con gli enti di beneficenza locali, i quali sono entusiasti dell’aiuto che ricevono dai nostri visitatori”.