Domenica 16 giugno 2013 a Roma presso la sala Verdi dell’Hotel Quirinale in Roma si svolgerà un importante convegno sul tema: “LA FAMIGLIA FRAGILE:cambiamenti,diritti e sostegno”.

La giornata organizzata nella forma di primo convegno nazionale dell’Associazione Logos -Famiglia e Minori sarà rivolta a tutti gli operatori del sottore giuridico, psicologico e sociale e tenderà ad avviare un confronto con gli esponenti delle istituzioni, dell’avvocatura e delle associazioni rappresentative della società civile su di un settore della giustizia che attraversa continui cambiamenti.

I mutamenti sociali che attraversano la famiglia, infatti, rendono il mondo familiare e quello dell’infanzia sempre più incerto suscitando, dunque, una nuova e più grande attenzione rispetto ai vecchi e nuovi diritti dei suoi vari componenti.

Alla giornata parteciperanno non solo i direttivi e soci effettivi delle varie sedi dell’Associazione Logos Famiglia e Minori ma anche importanti personalità del mondo istituzionale e di quello dell’associazionismo di settore realizzando, così, una giornata di interventi multidisciplinari e dal taglio strettamente pratico operativo.
Le tematiche trattate saranno le più rilevanti in tema di diritto di famiglia e diritto minorile civile e penale viste, però, sempre in un’ottica integrata con il settore psicologico e sociale che costituiranno parte rilevante della giornata di convegno.

Partendo dall’idea che la famiglia costituisca la “società naturale” più adatta alla crescita dell’individuo; analizzeremo il dato ormai preoccupante che spesso proprio la famiglia possa essere in alcuni casi luogo in cui si sviluppano relazioni mortificanti per i bambini e per i suoi componenti più fragili. Su questo interverrà anche il Garante per il Lazio dell’Infanzia e l’adolescenza Franco Alvaro introducendo appunto il ruolo e la figura del Garante nel nostro paese e lo stato dei minori a rischio in Italia.

L’esistenza di famiglie maltrattanti e abusanti è fenomeno ormai chiaro oltre che ampiamente presente nella nostra realtà culturale e deprecato anche dai mezzi di informazione, ogni volta che si verifica un caso eclatante di violenza nelle mura domestiche. Nello specifico ci verrà relazionato riguardo i fattori di rischio rilevabili nella famiglia maltrattante ed in particolare sull’impatto che l’abuso ha sui minori e sui danni a lungo e medio termine che esso comporta proprio dal più importante centro della provincia di Roma il “Centro FREGOSI” nella persona della Dr.ssa Cammarella.
Verranno anche analizzati i due ambiti privilegiati nella rilevazione del possibile abuso su donne e minori quello sanitario e quello scolastico con relazioni del soccorso emergenza codice rosa c/o il Policlinico Umberto I di Roma e della Dirgente Scolastica dell’Istituto Comprensivo “San Nilo” di Grottaferrata nella persona della Dr.ssa Antonella Arnaboldi

Si analizzerà, inoltre, l’immagine sociale della nuova famiglia e delle risorse sociali che per la stessa andranno attivate da parte non solo degli Enti pubblici, ma anche della solidarietà sociale privata. Si esamineranno sotto il profilo sociologico e psicologico e di diritto, i nuovi modelli di famiglia (monoparentale, ricostituita, di altra cultura) e le relazioni personali al loro interno, le esigenze e le modalità di tutela dei soggetti deboli anche mediante l’intervento del CISMAI nella persona della Dr.ssa Olivia Pagano, nelle forme non solo giudiziarie fino ad arrivare alle problematiche legate specificatamente alla sottrazione internazionale di minorenni introdotta e trattata dal Ministero degli Affari Esteri con specifico intervento del del Consigliere di Legazione Fausto Panebianco Capo dell’ufficio IV della Direzione Generale per gli affari all’Estero e le Politiche Migratorie.

Infine si arriverà alle considerazioni sul fatto che la difesa dei deboli dalle violenze anche familiari e il mantenimento dei legami primari costituiscono uno dei nuclei problematici degli interventi del giudice che deve decidere in materia familiare e minorile e specificatamente nei casi in cui il legame familiare viene interrotto o reciso come nei casi di affido etero-familiare o di adozione. Un’interessante relazione verrà esposta in questo senso dal Centro Comunale Pollicino di Roma nella persona del Dr. Cartolano in merito all’affido e alla situazione dei minori in casa famiglia mentre operatori dell’Ente e Aibi relazionerà piu’ specificatamente sull’adozione internazionale e sul percorso post-adozione.

Per conoscere il programma della giornata clicca qui