Il Primo Soccorso, alleato numero uno dei genitori e non solo.

Grazie a Guido Brusoni, Rosanna Moretto, Leo Venturelli impariamo alcune tecniche di Primo Soccorso.

Conoscere le principali manovre da effettuare in caso di incidente vi permetterà di aiutare vostro figlio o chiunque si trovi in difficoltà in vostra presenza: dedicate un po’ del vostro tempo a imparare le regole basilari del primo soccorso oppure ripassatele se già le conoscete.

Di seguito potete trovare alcune informazioni sulle manovre di rianimazione da effettuare in caso di gravi situazioni. Le indicazioni, tratte dalle linee guida elaborate dalla Società Italiana di Medicina d’Emergenza e d’Urgenza Pediatria –SIMEUP-, sono esposte in forma schematica per facilitarne l’apprendimento.
Per chi è interessato, esistono molti libri sull’argomento e potreste anche prendere in considerazione la possibilità di frequentare un corso di primo soccorso: imparare a prestare aiuto in una situazione difficile potrebbe permettervi di salvare la vita non solo a vostro figlio, ma anche ad altre persone.

Non è facile, ma la cosa principale è di non perdere la calma. Il miglior modo per non perderla nei momenti di difficoltà consiste nell’acquisire automatismi di comportamento attraverso sequenze logiche di atti da compiere obbligatoriamente, uno di seguito all’altro: in questo modo non si rischierà di dimenticare ciò che si deve e si può fare.
Perciò imparate a memoria ed esercitarvi fin d’ora a ricordare alcune sequenze di manovre di rianimazione, importantissime per prestare un primo soccorso.

Rianimazione
Che cosa fare se vi accorgete che vostro figlio è in stato di incoscienza e ha cessato di respirare per qualsiasi motivo?

Rischio ambientale
1 Valutazione. Assicuratevi che nell’ambiente non persistano situazioni di pericolo per lui, per voi o per altri bambini o adulti presenti.

2 Azione. Se persiste il pericolo allontanate da esso il vostro bambino o la persona infor tunata (es. se la causa dell’incidente è stata una scarica elettrica, prima di avvicinarvi al bambino e di toccarlo staccate la corrente elettrica e/o allontanatelo dalla zona di eventuale pericolo con il manico di una scopa, una sedia di legno o altro materiale che non conduca elettricità; se è vicino al fuoco, prima di tutto allontanatelo dal fuoco).

A. Airway – vie aeree
1 Valutazione. Valutate se è davvero in stato di incoscienza cercando di risvegliarlo chiamandolo ad alta voce, dandogli piccoli colpetti sotto la pianta dei piedi, accarezzandolo, provocandogli dolore, ma evitando traumatismi (Manovra 1).

rian1

2 Azione. Se non vi risponde ed è in stato di incoscienza fate di seguito queste 4 importanti cose:

A. Call first: chiamate o fate chiamare il 118 o altri possibili servizi di emergenza.
B. Call fast: chiamate aiuto rimanendo presso il bambino urlando e chiamando ad alta voce persone che pensate siano nei pressi.
C. Posiziona il bambino: posizionate il bambino su una superficie piana e stabile.
D. Instaura la pervietà delle vie aeree: con il bambino sdraiato, tenendo una mano sulla fronte e portando la testa all’indietro con delicatezza, con l’altra abbassate la mandibola verso i piedi in modo da aprire la bocca, tirandola anche verso l’alto per permettere la pervietà delle vie aeree.