Prosegue il nostro cammino alla scoperta di bullismo e cyberbullismo assieme al Prof. Ernesto Caffo, presidente di Telefono Azzurro.
Quest’oggi vi proponiamo la seconda domanda che gli abbiamo posto:

Data la sua esperienza, ad oggi, i genitori quanto conoscono il bullismo? e il cyberbullismo?
Si parla tanto oggi di bullismo e cyber bullismo, ma spesso il fenomeno è sottovalutato fino a quando non sfocia in episodi eclatanti. Da un lato, come dicevamo, le vittime fanno fatica a raccontare ciò che accade loro, dall’altro è facile sottovalutare la portata di ciò che sta accadendo, arrivando quindi a minimizzare il problema o a considerarlo come uno scherzo fra amici.
I nostri dati confermano quando i genitori siano messi a conoscenza solo di una piccola parte degli episodi di bullismo e cyberbullismo. Secondo un’indagine realizzata nel 2012 da Telefono Azzurro e Eurispes (2012), più di genitore su 5 non è a conoscenza di quello che il figlio fa quando è online; se il 25% dei ragazzi dichiara di trovare informazioni false o cattive che li riguarda, i genitori ne sono consapevoli solo nel 9,4% dei casi. I dati mostrano, inoltre, lo scarso dialogo in famiglia sui temi di Internet e delle nuove tecnologie: i genitori parlano con i figli di questo tema mai o solo occasionalmente nel 66,8% delle famiglie (praticamente in 2 casi su 3).

Per far sì che davvero i genitori possano affiancare i figli nella scoperta e nell’esplorazione della rete, occorre dunque promuovere una maggiore conoscenza d queste forme di violenza e delle nuove tecnologie: è quanto Telefono Azzurro fa ogni giorno con corsi di formazione per genitori e insegnanti su questi temi.