L’estate è certamente il mese preferito dagli studenti di ogni età ma, puntualmente, arriva anche il loro più grande nemico: i compiti delle vacanze.

A qualsiasi età i genitori si trovano costretti a combattere con i figli per non ritrovarsi nella settimana precedente all’inizio delle scuole, con tantissimi libri e compiti da terminare.

E’ quindi utile iniziare subito a suddividere il lavoro, mettendosi d’accordo con i ragazzi.

Per quanto la maggior parte dei pediatri ritenga che i compiti delle vacanze siano inutili non si può scampare al proprio dovere e, soprattutto per i più piccini, un pò di esercizio non guasta mai.

Per i bimbi delle elementari può essere divertente realizzare un cartellone, o una piccola agenda, dove saranno segnati, giorno per giorno, i lavori da fare.
Divideteli il più possibile in modo che i compiti siano costanti ma mai eccessivi.
Ogni giorno, dopo aver letto un determinato numero di pagine oppure dopo aver completato un esercizio fate segnare al bimbo ciò che ha fatto (mettendo una croce sul giorno, uno adesivo sorridente o quello che preferite).

Stabilite in linea di massima un orario, ad esempio al mattino appena svegli in modo da garantire il resto della giornata libero per giocare.
Anche per gli studenti della scuola media fate in modo che il carico di lavoro non sia eccessivo, alternando nei diversi giorni le materie.

Potete contattare genitori con figli dell’età dei vostri oppure coinvolgere amichetti per fare un vero e proprio “lavoro di gruppo”.
I ragazzi si potranno ritrovare assieme a fare i compiti, merenda e a giocare!

Per i ragazzi più grandi il discorso è differente. Nella scuola secondaria c’è grande differenza tra chi viene promosso e chi viene rimandato a settembre. Nel primo caso lasciateli liberi di gestirsi il lavoro, se non hanno “debiti” vuol dire che sono abbastanza bravi da saper gestire lo studio autonomamente.

Se invece avessero bisogno di recuperare alcune materie, oltre ai recuperi obbligatori estivi, controllate che costantemente si esercitino, offrendogli eventualmente la possibilità di fare ripetizioni con voi o con chi preferiscono.

Soprattutto comunque non dimenticate di godervi le vacanze! Un pò di meritato riposo farà bene sia a voi sia ai ragazzi.