ll latte materno può rappresentare un’importante frontiera nella medicina rigenerativa,  una nuova fonte di cellule staminali multipotenti in grado di trasformarsi in diversi altri tipi di cellule specializzate.

A Vienna, nel corso del VII International breastfeeding and lactation symposium di Medela, la ricercatrice Foteini Hassiotou, della University of Western Australia (Uwa), ha presentato i risultati di ricerche avviate nel 2007.

I ricercatori australiani sostengono che di staminali multipotenti nel latte materno ve ne sarebbero in grande quantità e dai loro studi risulta come possono straordinariamente diventare cellule di tessuto osseo, cartilagineo, adipose, pancreatiche, epatiche, del cervello, del cuore, insomma cellule specializzate di diversa e svariata natura.

Grazie alla scoperta di queste proprietà, i ricercatori stanno infatti ancora studiando il ruolo che tali cellule hanno nei bambini allattati al seno.

Per i suoi studi recenti sulle cellule staminali nel latte materno, la ricercatrice Foteini Hassiotou ha ottenuto il premio AusBiotech-GSK Excellence Award 2011.