Il primo freddo sta inesorabilmente arrivando. Moltissimi stanno anche diventando genitori per la prima volta e il dubbio se portare fuori o no i piccini è sempre più forte.

I bambini fin dai primi mesi devono essere portati a spasso, possibilmente tutti i giorni. D’inverno, come d’estate con il grande caldo, sono però necessari alcuni accorgimenti prima di uscire di casa.

Innanzitutto i neo arrivati devono aver fatto le necessarie vaccinazioni.
I raffreddori e i malanni di stagione sono dietro l’angolo e i piccolini sono maggiormente esposti alle influenze quindi è necessario stare attenti a non aver troppo vicino persone con raffreddore tosse e quant’altro.

Un altro piccolo accorgimento da rispettare è quello di lavarsi sempre le mani quando si viene a contatto col bimbo, specialmente se si è stati fuori di casa.

D’inverno fate massima attenzione agli sbalzi di temperatura. Per esempio capita che fuori ci siano pochi gradi e si entri in un negozio con almeno 20° in più, sudando, per poi riprendere freddo all’uscita.

Il consiglio è quindi quello di vestire il bambino “a cipolla”,ovvero con diversi strati che permettano di coprirlo più o meno a seconda di dove si trova.
Per controllare se l’abbigliamento è giusto la cosa migliore è sentire dietro il collo e nella schiena se per caso è sudato o no.

La cosa più semplice da fare è comunque quella di basarsi sulla propria temperatura. Attenzione però coi neonati in carrozzina: loro stanno sdraiati e fermi quindi sentiranno il freddo molto più del genitore in movimento!

Per quanto riguarda invece i bimbi prematuri bisogna fare più attenzione nel coprirli bene, evidando, in caso di freddo eccessivo, di portarli a spasso. I bimbi nati prima infatti sono particolarmente sensibili e rischiano di prendere malanni evitabili.