Qual è il rapporto degli italiani con il cibo? Siamo un paese di salutisti? Quanti sono gli italiani che fanno attenzione alla loro alimentazione e quanti conoscono le regole per nutrirsi correttamente e restare in forma? Queste e altre domande sono alla base di una ricerca promossa da Herbalife, multinazionale globale leader nella nutrizione e nelle vendite dirette, e condotta in 12 Paesi europei . Gli italiani e l’alimentazione Gli italiani si confermano i primi della classe per le abitudini alimentari. Il 47% degli italiani, infatti, mangia ogni giorno le 5 porzioni di frutta e verdura raccomandate da nutrizionisti e dietologi. La percentuale più alta in Europa, che si attesta su una media ben più bassa del 28%. Sono Romania, Repubblica Ceca, e Slovacchia i fanalini di coda in Europa, con solo rispettivamente il 14%, 13% e 12% dei cittadini che rispettano tali raccomandazioni. E’ in ogni caso la mancanza di tempo il principale ostacolo alla dieta ricca di frutta e verdura, sia per gli italiani che per tutti gli altri Paesi coinvolti dall’indagine: pranzi consumati fuori casa, magari davanti al computer, e cene cucinate in fretta al ritorno dal lavoro, non sempre riescono a garantire tutti gli elementi essenziali per una corretta nutrizione. La percezione degli Italiani rispetto al proprio peso è piuttosto severa: il 39% degli intervistati ritiene infatti di essere in sovrappeso, in linea con quanto dichiarato dai cugini europei (40%). Un sovrappeso che però dichiarano di sapere come perdere nel modo migliore: il 70% individua nel binomio “alimentazione sana e esercizio fisico” la soluzione migliore per restringere il punto vita. La ricerca ha rivelato però che più di un quarto degli italiani (26%) si è imbattuto, almeno una volta, in diete complicate e difficili da seguire. Tra le informazioni alimentari che la ricerca ci restituisce, si evidenzia tra gli Italiani (17%) l’abitudine di fare continui spuntini durante la giornata. In Europa ne fanno di più solo i tedeschi (18%) e i polacchi (22%), contro una media europea del 13%.

Alimentazione in famiglia

La famiglia è per gli italiani, più che per tutti gli altri cittadini europei, il luogo dove si apprendono e si esercitano maggiormente le buone abitudini alimentari e lo stile di vita sano: per il 40% infatti è il supporto di familiari e amici che più aiuta nell’adozione di scelte di vita salutari, e il 52% sostiene che prendersi cura dei propri figli li sproni a fare scelte corrette e ad avere uno stile di vita sano. Gli italiani si preoccupano della salubrità dei pasti consumati a casa più di quanto non si faccia in Europa. Il 71% degli italiani dichiara infatti di stare attento a portare in tavola cibi sani e pasti completi, contro una media europea del 55%. Non stupisce quindi che la famiglia sia per il 73% degli intervistati l’alveo della corretta alimentazione: per loro infatti i pasti più sani si consumano tra le mura domestiche, contro il 62% degli europei.