Buone notizie dai dati sulla raccolta differenziata e il riciclo della plastica: se già nel 2012 erano state raccolte inItalia 693.300 tonnellate di plastica (dati Corepla), circa 11,6 kg procapite, ora il trend è in crescita del14,6%,con 577.661 tonnellate raccolte da gennaio a settembre 2013, ovvero 13.3 kg procapite.

Aumenta dunque la sensibilità ai temi ambientali anche grazie a progetti nelle scuole come “Non rifiutiamoci”, portato avanti da tre anni da Moige – movimento genitori e Corepla – Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclaggio, Il Recupero dei Rifiuti di Imballaggi in Plastica, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, che riparte nei prossimi giorni con l’obiettivo di continuare a sensibilizzare le famiglie italiane sul tema della raccolta differenziata e del riciclo della plastica.

Dal prossimo 6 novembre, saranno 26 le tappe del nuovo tour che attraverserà Umbria e Marche, con l’aggiunta di due tappe – a grande richiesta- a Tivoli (RM), coinvolgendo circa 8mila bambini tra i 6 e gli 11 anni, oltre ai loro docenti e genitori.

Più di 38mila gli studenti coinvolti fino ad ora, di 92 scuole elementari di 8 regioni (Lazio, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Umbria, Abruzzo, Molise, Puglia). Con loro, oltre 90mila adulti, tra docenti e genitori, che hanno riportato a casa le buone pratiche imparate in classe dai figli.

Concordi sull’importanza di promuovere progetti educativi nelle scuole in favore dell’ambiente Maria Rita Munizzi, Presidente nazionale del Moige – movimento italiano genitori, e Giorgio Quagliolo, Presidente nazionale di Corepla.

“Reciclare sin da piccoli per vivere in un mondo più pulito da grandi: questo dovrebbe essere un insegnamento da dare ai propri figli e con questo obiettivo torniamo nelle scuole con il nostro progetto educativo. I bambini impareranno non solo come raccogliere correttamente la plastica, ma anche quale processo porta al riciclo e come dei semplici imballaggi si trasformano in moderni oggetti trovando un nuovo impiego”. Queste le parole di Maria Rita Munizzi, che prosegue: “Siamo convinti inoltre che sia necessario partire dai piccoli per educare anche i grandi, ecco perchè questa campagna, fatta in collaborazione con Corepla, nasce sui banchi di scuola, ma va fatta crescere nelle nostre case, in un’ottica di sinergia tra Scuola, Famiglia e Società civile” – conclude la Presidente del Moige.

“Dare e darsi un futuro- sottolinea il Presidente del Consorzio Giorgio Quagliuolo – é una componente di grande forza dell’uomo di tutte le età e dei giovani in particolare. Collaborare dunque ad un futuro di sostenibilità ambientale  é l’obiettivo di Corepla che da sempre é molto attivo nelle iniziative educative rivolte  ai più’ giovani e al nucleo familiare stimolando comportamenti di attenzione alla tutela dell’ambiente in generale, e alle modalità di corretta raccolta differenziata degli imballaggi in plastica in particolare”.